VENETO

EDUCARE ALL’ESSENZA

Un progetto continuativo le mattine della settimana presso la Fattoria Didattica La Contarina, Grantorto, che accoglie bambini e bambine dai 3 ai 6 anni, in Natura, tra Animali e Magia.

Insieme riscopriamo la bellezza dell’immersione in Natura: vivere il ciclo delle stagioni, il contatto con gli elementi, la cura e il calore degli animali; conoscere e fare esperienza con i materiali naturali; scoprire la relazione, la cooperazione e il conflitto.

Giochiamo con il Mondo Invisibile e riscopriamo l’Energia che scorre dentro di noi, che ci permette di dialogare con gli alberi, gli altri e tutto ciò che ci circonda.

Se vuoi avere maggiori informazioni scrivici a: educarepaideia@gmail.com


POMERIGGI IN FATTORIA ALLA RISCOPERTA DI SÈ

Ciclo di dieci incontri, un pomeriggio a settimana dalle 14.30 alle 16.30, per bambini e bambine dai 3 ai 10 anni presso la Fattoria Didattica La Contarina (Grantorto).

Lavoriamo insieme a riscoprire l’Energia delle nostre emozioni e dei nostri sensi. Scopriamo le nostre affinità, i nostri talenti e i nostri interessi sostenuti dall’arte, nelle sue molteplici forme, dall’incontro con gli altri, con gli animali e dal contesto naturale.

Se vuoi avere maggiori informazioni scrivici a: educarepaideia@gmail.com


L’ENERGIA DELLE EMOZIONI – GENITORI

Un percorso di 4 serate presso lo Spazio Fattoria la Contarina, avviato a Dicembre 2019.

Spesso le emozioni dei bambini sono travolgenti, ci mettono in discussione e ci portano a riflettere su come intervenire per sostenerli al meglio. 

L’Energia delle Emozioni è un percorso rivolto a genitori, adulti e educatori che mira a offrire gli strumenti per incontrare le proprie Emozioni e riconoscerle come Energia che si muove dentro il corpo e che si può direzionare o trasformare. 

Vuole essere un percorso di conoscenza energetica e meditativa per acquisire maggiore consapevolezza di questo mondo e sostenere, poi, i bambini e le bambine nell’incontro con le proprie Emozioni.

Se vuoi avere maggiori informazioni scrivici a: educarepaideia@gmail.com


RITUALE DI NASCITA DI UNA NUOVA MADRE

Questa iniziativa nasce dal desiderio di trovare delle occasioni nella nostra vita per poter tornare in connessione con una dimensione di Sacralità. La gravidanza e la nascita rappresentano per noi uno dei momenti più sacri dell’esistenza e come tali vorremmo dunque celebrarli.

Intendiamo il RITO come un momento che permetta di fermarsi, fare spazio al cambiamento che sta accadendo dentro di noi, prendersi del tempo per celebrare.      Nel caso specifico della gravidanza rappresenta un’esperienza per ascoltare la trasformazione che sta avvenendo nella donna, per salutare ciò che è stata fino ad ora e dare il benvenuto ad una nuova visione di sè come Madre. Rappresenta altresì un’occasione per entrare in connessione profonda con il bambino che sta per venire alla luce, sia per Lei che per la comunità di persone che questa ha scelto di avere con sè per questo momento.

Prendiamo spunto dall’antico percorso spirituale persiano Eish Shaok che si basa sulla riconnessione con la parte energetica e profonda di noi, riportandoci ad un tempo lento, antico e sacro. Il nostro obiettivo è quello dunque di celebrare questo passaggio di vita profumandolo di antichità, integrando momenti di cura e di sostegno della comunità e da questi andare oltre unendo le prospettive del Corpo, del Cuore, della Mente e dello Spirito.

Ogni rituale è differente a seconda dei desideri e delle necessità della madre, ma segue il principio generale della celebrazione della sua Trasformazione, il saluto alla donna che fino ad ora è stata e l’accoglienza alla madre che ora sta diventando. Accompagnati dalla fusione con i 4 Elementi e i 5 sensi di sottofondo, simboli di questa Terra, passiamo poi all’ascolto attivo del bimbo in grembo, facendo esperienza diretta del suo stare, dei suoni che percepisce, dell’ascolto del battito cardiaco materno, della sensazione di fluidità nel liquido amniotico, il tutto attraverso danze, momenti meditativi, simboli, pitture, per poi arrivare a mettere in scena con delicatezza e attenzione il momento del parto, la transizione nel canale, le contrazioni e le spinte.

L’ultima parte prevede un momento di confronto e condivisione di come ci sentiamo, di come si è vissuta la gravidanza e che pensieri si hanno sul parto, per concludere poi con doni per la madre e il bambino e condividendo un momento più conviviale come per esempio una cena.

Se vuoi avere maggiori informazioni scrivici a: educarepaideia@gmail.com